Novara, ecco la nostra idea per salvare i frecciabianca

frecciabianca novara

Il Movimento 5 Stelle ha pronto il progetto frecciabianca “low cost” per risolvere l’ennesimo problema causato dalla Regione Piemonte ai pendolari piemontesi.

Infatti con il passaggio totale dei frecciabianca Torino-Milano dalla linea storica alla linea Alta Velocità entro i primi mesi del 2017, Novara e Vercelli verranno saltate ed i pendolari saranno costretti ad utilizzare i già sovraccarichi Regionali Veloci (RV). E, nonostante gli annunci, è difficile credere che la Regione paghi dei RV in più. In questa situazione la Regione Piemonte ha retto il gioco a Trenitalia ed anzi, quasi fosse un “premio” per i costanti disagi causati ai cittadini, ha addirittura prorogato il contratto a Trenitalia per altri tre anni.

Abbiamo così messo nero su bianco la nostra proposta: da Torino a Novara i FrecciaBianca viaggerebbero sulla linea ad alta velocità con tempi pari a quelli degli attuali Frecciarossa (40 minuti) per poi immettersi nel nodo di Novara, tramite uno snodo già esistente (10 minuti), e proseguire verso Milano sulla linea storica (37 minuti), e viceversa.

Questo è quanto contenuto nella mozione n.910 dei consiglieri Gianpaolo Andrissi e Davide Bono che prevede anche la realizzazione di una nuova fermata di Novara Est su via Leonardo Da Vinci, posta di fronte alle banchine dell’attuale stazione di Novara.

Grazie a questo progetto “low cost” fattibile in poco tempo, si andrebbe a mantenere il servizio viaggiatori Freccia su Novara con evidenti ripercussioni positive sul tutto il Piemonte nord, inoltre si avrebbe una consistente riduzione di 20 minuti sugli attuali tempi di percorrenza dei Frecciabianca e 28 minuti sui tempi dei Regionali veloci.

Il progetto originario, proposto durante la realizzazione dell’alta velocità Torino – Milano, prevedeva invece lo sviluppo di un’opera faraonica vicino all’autostrada A4. Si prevedeva le creazione di una enorme stazione con un sovrappasso pedonale di collegamento con la nuova stazione di Novara Nord e lo sviluppo di un fascio di binari che avrebbe deturpato una porzione di territorio non ancora cementificata. Il tutto con costi esorbitanti e tempi estremamente lunghi.

La nostra idea invece si caratterizza per sfruttare al meglio l’esistente, un minore investimento di soldi pubblici e tempi di realizzazione nettamente più brevi.